Verbale di riunione del comitato direttivo del G.U.L.P.

 
 

 

Il giorno 7 Settembre 1999 presso l'Università de L'Aquila, Facoltà di Lettere, Palazzo Camponeschi, via Camponeschi, L'Aquila, alle ore 14.00 si Ź riunito il Comitato Direttivo per discutere il seguente ordine del giorno:

1) Bilancio consuntivo 1998 e preventivo 1999;

2) Convegni e scuole;

3) Attività dell'Associazione e relazioni con l'ALP;

4) Varie ed eventuali;

Erano presenti:
del Consiglio di Presidenza: Annalisa Bossi e Patrizia Asirelli;
del Comitato Direttivo: Nicoletta Cocco(per delega ad A. Bossi), Stefania Costantini, Evelina Lamma (per delega ad Andrea Omicini), Maurizio Gabbrielli, Giafranco Rossi.

Presiede la riunione Annalisa Bossi ed assume le funzioni di segretario Patrizia Asirelli. Constatato il numero legale dei presenti il presidente dichiara valida e aperta la seduta.

1)  Asirelli illustra il Bilancio Consuntivo 1998 che viene aprovato all'uninimitą; Asirelli illustra poi il Bilancio Prenventivo per il 1999 che il Direttivo approva all'unanimitą. Le Spese comprendono:
Spese generali 3 M
Segreteria ed editoria 10 M
Contributo ALP 2 M
Attività varie 34 M

2)  Si passa a discutere dei Convegni e scuole future. Si discute sulla possibilitą di organizzare a Cuba il convegno per il 2000. Gianfranco Rossi relaziona sui suoi colloqui avuti con Garcia Luciano che si Ź detto disponibile ad organizzare il convegno ma con pochi fondi disponibili. Si discute sulle probabilitą di successo del convegno dato il costo elevato per le spese di viaggio che questo puė avere per gli studenti. Si fa presente che Giorgio Levi è attualmente a Cuba e che al suo ritorno si potrą prendere una decisione e si propone di rimandare la discussione all'assemblea.
Asirelli relaziona sulla scuola 1998 e sullo stato di avanzamento dell'organizzazione della scuola del 2000 nell'ambito del comitato internazionale per le scuole GULP con ALP e Compulog. Asirelli fa presente che all'interno del comitato sono stati suggeriti temi ed anche nomi di persone da contattare. Il comitato direttivo si esprime positivamente sui temi proposti e sulla persona di Francesca Toni come persona prima da contattare e decide di riportare la discussione all'assemblea.
Alle ore 15.00, il direttivo decide di aggiornarsi alle ore 16.30.
Alle ore 16.30 il direttivo riprende la sua discussione.
Si discute delle proposte tedesca e francese e si rileva come per il 2000 sia impossibile pensare ad organizzare degli eventi insieme. In particolare, la proposta Tedesca di organizzare un evento in occasione dell'ECCAI, non sembra essere tale da poter attirare un gran numero di italiani e rischia quindi di non avere successo. Si discute inoltre dei rapporti con francesi e tedeschi e si ritiene che forse con loro si potrebbe pensare eventualmente ad una versione europea degli incontri.

3)  Si discute poi sull'annoso problema della raccolta delle quote. Asirelli ripropone, una raccolta per sede come avviene per le EATCS, ma il direttivo rimane dubbioso sul possibile successo di una tale iniziativa. Asirelli fa presente che esiste una offerta dei colleghi genovesi, nella persona del Presidente Maurizio Martelli, di organizzare a Genova, nella primavera del 2000 un incontro di tipo workshop, in occasione del quale possano anche essere riuniti il direttivo e l'assemblea per procedere al rinnovo delle cariche. Il direttivo approva unanimemente e suggerisce che la durata del workshop potrebbe essere di un giorno, qual'ora vada in porto l'organizzazione del convegno a Cuba, di due/tre giorni altrimenti.

4)  è stata fatta presente, da più persone del direttivo, la sempre crescente difficoltà di organizzazione del convegno in versione italiana. è stato rilevato, ancora una volta, il contrasto che esiste tra la visione italiana che tende a mantenere una forma più simile ad un workshop - più informale - e quella degli spagnoli e portoghesi che vedono un convegno internazionale di buon livello - più formale. Viene da qualcuno auspicata una trasformazione verso una conferenza più formale con pubblicazione degli atti tipo LNCS, come avviene per la conferenza biennale AI*IA. I direttivo però, rileva che la comunita` di Programmazione Logica italiana non è un consesso così ampio da rendere tale trasformazione possibilie. Prevale quindi il desiderio di tornare a degli incontri più informali. Si ritiene cioŹ che l'evento annuale dovrebbero servire come motivo di incontro per i giovani e meno giovani, si dovrebbe dare la possibilitą di presentare anche attività di tipo "on going", dare la possibilità di discutere idee di progetti futuri e favorire la formazione di gruppi di interessi e "consorzi" per la presentazione di progetti anche internazionali. Il direttivo decide quindi di proporre all'assemblea di organizzare ogni anno, oltre alle varie attività del GULP che si vorranno organizzare di volta in volta (come ad esempio i Convegni fatti all'estero o le scuole internazionali), una riunione del GULP di tipo Workshop, limitando i costi il più possibile. Si costata ad esempio l'alta incidenza del costo della stampa dei atti sul bilancio del convegno annuale e si suggerisce di valutare la possibiltà di pubblicare i proceedings come internal report della Università presso la quale il workshop viene organizzato. Inoltre si suggerisce di limitare le spese degli eventi sociali. è opinione del direttivo che questo da un lato renderebbe più facile la frequenza dei giovani e dei meno giovani, aumentando anche la possibilità di assolvere più pienamente ai compiti gestionali amminisrativi del GULP. Non essendovi altro da discutere, la seduta è tolta alle ore 17.00. Il verbale viene letto e approvato seduta stante. Il presidente Il segretario

Il presidente                                                  Il segretario

Annalisa Bossi                                   Patrizia Asirelli